“Non serve più e non è giusto far spendere soldi agli italiani per poter lavorare”: Matteo Bassetti ribalta tutto e si schiera contro il Green Pass

Advertisement

Spiazza tutti Matteo Bassetti e proprio sulla questione Green Pass.

“Così non serve e non è giusto far spendere 200-300 euro alle persone per andare a lavorare” dice convinto Bassetti durante la trasmissione L’Aria che tira. Ospite di Myrta Merlino nel programma quotidiano su La7, Matteo Bassetti sembra stringere l’occhio ai Free Vax? In realtà non è proprio così, e il direttore del reparto malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova lo argomenta in maniera chiara.

Leggi anche: Mario Draghi non si ferma, condanna duramente gli scontri No Green Pass a Roma e ribadisce: “Avanti con i vaccini”

Advertisement

Reduci delle giornate di Roma che hanno visto frange violente di manifestanti assaltare la sede della CGIL la puntata si è concentrata proprio sul Green Pass. E Matteo Bassetti ha espresso il suo parere proprio sullo strumento che sta dividendo in maniera forte l’opinione pubblica.

Matteo Bassetti contro il Green Pass

Matteo Bassetti ribalta tutto e si schiera contro il Green Pass

“La politica non sta facendo niente per semplificare il sistema”, attacca Bassetti. “Il Green Pass in Francia lo hanno introdotto o con vaccino o con malattia pregressa, noi invece ci stiamo avvitando intorno ai tamponi”. Il messaggio dell’infettivologo è molto chiaro. Per Bassetti a creare confusione nelle persone è il discorso tamponi. “Il Green Pass doveva essere un modo per far vaccinare la gente e invece è diventato un modo per far fare i tamponi. È una cosa assurda!” dice quasi ironicamente il medico genovese.

Advertisement

Leggi anche: Assalto no Green pass al Policlinico Umberto I: “Tra i feriti, un’infermiera presa a bottigliate in testa”,  riferisce la Questura dopo la ricostruzione dei fatti

Che, sulla proposta avanzata da qualcuno di estendere la validità del tampone a 72 ore, si dice assolutamente contrario. “Il tampone a 72 ore è uno strumento malsano”, conferma Bassetti.

“O Green pass alla francese o obbligo vaccinale, il resto confonde la gente? ” chiede quindi la conduttrice Myrta Merlino. “Non solo confondono le idee ma non fanno altro che radicalizzare le posizioni”, annuisce Bassetti. “Finisce per essere una promozione del tampone, c’è gente che deve spendere 2-300 euro per andare a lavorare”.

Quella che sembrava essere una posizione aperturista del noto infettivologo è in realtà una conferma della necessità del vaccino contro il Covid.

CONDIVIDI ☞