Assalto no Green pass al Policlinico Umberto I: “Tra i feriti, un’infermiera presa a bottigliate in testa”, riferisce la Questura dopo la ricostruzione dei fatti

L’assalto no Green pass al Policlinico Umberto I è stato uno degli episodi più incresciosi andati in scena lo scorso 9 ottobre, nel contesto delle manifestazioni di protesta contro la Certificazione verde. I manifestanti si sono infatti diretti alla struttura ospedaliera per liberare uno dei manifestante no-vax, un uomo proveniente dalla Sicilia che era stato portato in ospedale.

Advertisement

L’assalto no Green pass è scattato dopo che l’uomo è stato condotto al pronto soccorso, qui i manifestanti si sono resi protagonisti di aggressioni arbitrarie nei confronti al personale sanitario, oltre ad arrecare danni materiali alla struttura. Da quanto riferito dalla Questura di Roma, che ha ricostruito i fatti, la furia dei manifestanti è scoppiata dopo che nel pomeriggio di sabato è stato portato presso il pronto soccorso dell’ospedale Umberto I dal 118 un manifestante.

Assalto no Green pass Policlinico Umberto

Leggi anche: “Non abbiate paura del vaccino, sono più rischiosi fulmini e punture di insetti”: Roberto Burioni invita a vaccinarsi in tranquillità per scongiurare il rischio di ammalarsi

Assalto no Green pass al Policlinico Umberto I: la nota della Questura

“[…] Il no-vax durante la manifestazione, aveva tenuto comportamenti provocatori nei riguardi delle forze dell’ordine, ostacolando le attività di polizia e opponendo resistenza alle operazioni di identificazione. Arrivato in ospedale, lo stesso si è rifiutato con modi violenti di essere sottoposto al triage e alle misure previste per il contenimento del Covid-19. Per questi motivi è stato posto in isolamento, in quanto soggetto non sottoposto a vaccino” – questo quanto riferito nella nota della Questura di Roma sugli episodi andati in scena presso il Policlinico Umberto I.

Leggi anche: Alessandro Meluzzi sospeso dall’Ordine dei Medici di Torino: “Non mi pento, non cambio idea”, fa sapere lo psichiatra

Advertisement

Mentre l’assalto no Green pass si svolgeva all’interno del Policlinico Umberto I, all’esterno dell’ospedale si sono registrati altri episodi di protesta: parenti e conoscenti hanno inveito contro il personale, ma la presenza della polizia ha evitato ai facinorosi di spingersi oltre, così il gruppo insieme al manifestante portato al pronto soccorso si è disperso. La Digos ha comunque provveduto a denunciare il manifestante con l’accusa di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, a cui si è aggiunto il rifiuto a voler rilasciare le proprie generalità.

La Questura di Roma ha poi reso noto: “Gli infermieri aggrediti hanno manifestato la volontà di esporre denuncia nei confronti del manifestante. […] Il bilancio è di cinque feriti, tra cui due appartenenti alle forze dell’ordine. Tra i sanitari feriti anche una infermiera raggiunta da una bottigliata in testa (cfr. refertata con alcuni giorni)”.

 

CONDIVIDI ☞