Le lumache sono tra le specie più pericolose per l’uomo: ecco perché sono un rischio per la nostra vita e come possiamo difenderci

Advertisement

Le lumache rappresentano una minaccia nascosta per l’umanità, dal momento che sono classificate tra le 15 specie più pericolose per la vita e la salute dell’uomo rappresentando un reale pericolo. Questi minuscoli parassiti sono temibili come i più feroci predatori terrestri in quanto mettono a repentaglio le coltivazioni destinate alla tavola degli uomini, a causa della loro insaziabile voracità che può portare a distruggere orti e serre in breve tempo.

Leggi anche: “È vietato lasciare asciugare il bucato dentro casa”: tutti i motivi per cui dovremmo evitarlo

Le lumache, che sono dei molluschi gasteropodi che si muovono strisciando per terra sul loro stomaco, costituiscono una vera e propria minaccia malgrado si tratti di piccole creature che pur non avendo zanne, artigli, pungiglioni possono nuocere l’uomo. Si tratta di una delle specie più pericolose per l’uomo in quanto sono capaci di razzie e devastazioni che arrecano delle tragiche conseguenze alla popolazione mondiale, secondo le ultime stime sono in grado di causare 20 mila vittime ogni anno.

Advertisement

Le lumache sono tra le specie

Le lumache sono tra le specie più pericolose per l’uomo

Questi parassiti sono capaci di scatenare degli enormi danni alle coltivazioni, tanto da essere considerati le specie più temute dai contadini e da chi si dedica alla coltivazione del proprio orto, causano infatti buchi sulle foglie, oltre a rilasciare escrementi e filamenti di bava. Una piccola colonia di lumache nel giro di qualche giorno ha la capacità di devastare ortaggi, foglie di verdure, frutti. Inoltre questi parassiti sono veicolo di una grave malattia che determina delle serie conseguenze per le persone.

Leggi anche: Questo suggerimento vi aiuterà a liberare i tubi di scarico ingorgati in modo semplice, economico e del tutto naturale

Advertisement

Infatti le lumache d’acqua dolce ospitano dei vermi piatti (trematodi) che causano delle malattie che possono avere un impatto nocivo sugli esseri umani. Questi vermi piatti del genere Schistosoma trasmettono nell’uomo la schistosomiasi determinando diverse infezioni parassitarie in base al focus infettivo. Possono così provocare la schistosomiasi: intestinale, rettale, vescicale, epato-portale, splenica. La schistosomiasi può diventare una condizione cronica che si palesa con delle manifestazioni sintomatiche severe che possono causare danni anche agli organi interni, tra cui l’intestino; ma nella maggior parte dei casi provocano: dermatite, tosse, cefalea, diarrea, minzione ricorsiva.

Contro questo parassita si può adoperare il Praziquantel, un farmaco specifico per gli animali, anche se la soluzione più adatta sarebbe quella di depurare le acque, in quanto la loro torbidezza costituisce l’ambiente ideale per far proliferare il parassita in modo indiscriminato.

CONDIVIDI ☞