Brutta batosta per Giancarlo Magalli, i vertici Rai tagliano il suo programma. Il conduttore sbotta furioso: “Sono stato danneggiato…”

Advertisement

Dopo la chiusura anticipata del suo nuovo programma Giancarlo Magalli ha dovuto affrontare non solo le polemiche connesse ma anche un alterco con il sito Dagospia, oltre a ricevere un brutto schiaffo morale perdendo la causa contro Adriana Volpe. La diatriba con la sua ex collega, che si è dilungata negli anni con varie frecciatine, è giunta a conclusione recentemente: la conduttrice ha vinto la causa contro Magalli che è stato accusato di diffamazione nei suoi confronti.

Leggi anche: Bassetti, Crisanti e Pregliasco cantano la versione pro vax di Jingle Bells: “Sì sì vax, vacciniamoci”. Il video diventa virale e scatena polemiche

Oltre a questa sconfitta il presentatore Rai si è ritrovato tagliato fuori dai palinsesti della trasmissione pubblica incappando poi in una querelle accesa contro il portale di Roberto D’Agostino. Magalli ha insinuato che Dagospia ha diffuso delle notizie false sul suo ultimo programma, delle rivelazioni che hanno fatto sbroccare il presentatore che ha definito false le voci sul game show “Una parola di troppo”. La chiusura anticipata della trasmissione di Magalli secondo Dagospia sarebbe da imputare agli ascolti scadenti che hanno fortemente deluso le aspettative della Rai.

Advertisement

Giancarlo Magalli chiude il programma

Giancarlo Magalli, la Rai chiude il suo programma

Un annuncio che è stato dato anticipatamente dal popolare portale web di Roberto D’Agostino: “Altra tegola per Giancarlo Magalli, chiude Una parola di troppo, il quiz che il presentatore aveva lanciato a novembre su Rai 2. Il 24 dicembre andrà in onda l’ultima puntata del programma, che ha oscillato sempre tra il 3 e il 4% di share. Troppo poco per prolungarne oltremodo l’agonia. Da gennaio non sarà più in palinsesto”.

Leggi anche: Giancarlo Magalli ”condannato”, ma la guerra con Adriana Volpe continua: fan sotto choc

Advertisement

Ma prontamente è intervenuto il conduttore che sui social ha preso la parola per puntualizzare quali sono i motivi del taglio del suo game show, chiarendo che non è stato definitivamente chiuso: “Il mio quiz si conclude il 24 dicembre dopo 30 puntate, come è sempre stato previsto fin dall’inizio. E te lo può confermare chiunque, sia alla Rai che alla Stand by me. L’accordo era 30 puntate prima di Natale e, se ci sarà il budget, altre 30 in primavera, tanto è vero che la scenografia è stata accantonata. Se scrivi che lo hanno interrotto mi accrediti un insuccesso che non esiste e mi danneggi inutilmente…”. Nel suo sfogo Giancarlo Magalli ha voluto inoltre puntualizzare che gli ascolti di “Una parola di troppo” non sono stati deludenti ma in linea con la media di rete e della fascia oraria.

CONDIVIDI ☞