“Addio ai prelievi bancomat, in arrivo una vera rivoluzione”: ecco cosa cambierà per i clienti e come si dovranno organizzare

Advertisement

Gli sportelli adoperati per eseguire i prelievi bancomat sono prossimi al pensionamento, in vista dell’operazione svecchiamento e celerità messa in atto da alcuni istituti, malgrado i dubbi della clientela che non vorrebbe rinunciare a tale pratica consolidata. Si parla di una rivoluzione business e culturale che coinvolgerà i consumatori che dovranno riorganizzare le loro operazioni per stare al passo con il “new deal” intrapreso dal mondo bancario, a cui hanno deciso di aderire diverse banche.

Leggi anche: Scatta l’obbligo di assicurazione sulle auto tenute ferme: lo stabilisce una direttiva dell’Unione Europea che impone la copertura assicurativa

L’obiettivo è quello di ridurre la circolazione del contante ma anche di abbattere i costi di alcune operazioni ritenute non vantaggiose. Ecco perché i prelievi bancomat, pratici per i correntisti per eseguire operazioni quotidiane, saranno presto un vecchio ricordo. Questo tipo di operazione non molto conveniente per gli istituti bancari lascerà il posto a dei servizi sempre più digitali e moderni.

Advertisement

addio prelievi bancomat

Addio ai prelievi bancomat nelle banche

Le banche del domani infatti hanno deciso di investire sulla digitalizzazione e su dei volumi di denaro più significativi e profittevoli, avviando una vera e propria rivoluzione malgrado le riserve di un nutrito stuolo di clienti conservatori, che vorrebbe continuare ad adoperare il bancomat. Il nuovo corso del mondo bancario vira verso il progresso, ed è stato intrapreso già da alcuni istituti, come nel caso di Ing Direct e di Deutsche Bank.

Leggi anche: In arrivo il taxi aereo elettrico: un nuovo mezzo di trasporto per facilitare il collegamento tra aeroporto e centro di Roma al costo di 140 euro

Advertisement

Con buona pace dei piccoli consumatori, perplessi su tale operazione che guarda alla modernità, le banche in Italia si stanno organizzando per mettere in atto il cambiamento e rafforzare il settore business sostenuto da servizi da remoto che andranno a rimpiazzare la clientela retail, ovvero i correntisti abituati a prelevare soldi ed eseguire le comuni operazioni allo sportello. Questi clienti saranno costretti ad affidarsi ad altri istituti bancari per poter prelevare il contante, a fronte di possibili commissioni, oppure di intraprendere la strada della digitalizzazione imparando ad effettuare i pagamenti elettronici.

CONDIVIDI ☞