“Il Covid continuerà a mutare. Dovremo convivere ancora a lungo con il virus”: l’allarme preoccupante del capo laboratorio di Wuhan

Advertisement

La virologa Shi Zhengli, capo laboratorio di Wuhan, ha lanciato un preoccupante allarme denunciato un rinnovato pericolo relativo al Covid da ascrivere alla sua continua inclinazione a mutare, che lascerebbe presagire anche in futuro una lunga convivenza  con questo nemico.

Leggi anche: La tecnologia mRna si applica non solo ai vaccini ma anche in agricoltura per raddoppiare i raccolti e resistere alla siccità

A capo dell’istituto di virologia di Wuhan, l’esperta ha espresso la sua opinione, che è stata raccolta dai microfoni del South China Morning, per poi esortare le persone a vaccinarsi. La virologa si è soffermata su un punto in particolare: la diffusione Covid si deve alla sua capacità di mutare rapidamente, perciò si dovrà convivere con il virus a lungo. La virologia di Wuhan sempre a South China Morning ha spiegato che la diffusione del patogeno si deve al gran numero di persone che fino ad oggi sono state infettate, aprendo così la strada alla mutazione del virus che ha dato vita a diverse varianti.

Advertisement

 

Il Covid muta

“Il Covid continuerà a mutare”: le dichiarazioni allarmati del capo laboratorio di Wuhan

Il mondo scientifico è propenso a ritenere la variante Delta non l’ultima con la quale dovremo fare i conti nel contesto pandemico, si attendono altre mutazioni come precisato anche dal capo dell’istituto di virologia Shi Zheghli. Per tale ragione la virologa ha messo in guardia la popolazione, lanciando un allarme già in precedenza evidenziato dall’Oms durante l’ottavo meeting di emergenza. In quella circostanza il direttore generale Tedros Adhanom Ghebreyesus ha rimarcato che la lotta contro il Covid non è ancora finita.

Advertisement

Per questa ragione per evitare il rischio di contagi da Coronavirus è necessario continuare a rispettare le regole base di sicurezza: indossare la mascherina, mantenere il distanziamento sociale, lavarsi accuratamente le mani.

Il punto di vista della virologia Shi Zheghli è quasi il medesimo di Anthony Fauci che nel corso di un suo intervento al Mcclatchydc.com ha annunciato che è alto il rischio della propagazione di una variante ancora più pericolosa della Delta: “[…] Se ne arriva un’altra, con una capacità di trasmissione altrettanto elevata ma che provochi una malattia più grave, allora potremmo trovarci davvero nei guai. Le persone che non si vaccinano pensano, sbagliando, che riguardi solo loro ma non è così. Riguarda anche tutti gli altri”.

CONDIVIDI ☞