Guerra Russia-Ucraina. Biden, l’annuncio choc del presidente statunitense: “Armi nucleari in casi estremi”

Advertisement

Joe Biden, nel caso in cui la situazione di conflitto in Ucraina dovesse degenerare, potrebbe ritornare sui propri passi rispetto a quanto promesso in campagna elettorale, ossia l’intenzione di limitare l’uso di armi nucleari. Inizialmente, infatti, il Presidente americano ha affermato che sarebbero state usate armi nucleari solo nei confronti di un nemico che avesse attaccato proprio con tale mezzo, salvo poi cambiare opinione.

La situazione in Ucraina non é delle migliori, per cui il mondo, unito in preghiera, sta proprio scongiurando una minaccia nucleare, dato anche il vasto assortimento dell’arsenale statunitense. Anche nel 2017, anno in cui Joe Biden ricopriva il ruolo di vicepresidente, ha più volte affermato di voler limitare l’uso del nucleare, pericoloso strumento di distruzione di massa.

Adesso sembra proprio che sia cambiata la versione offerta da Biden al mondo intero, trepidante per le probabili conseguenze del conflitto russo-ucraino. Joe Biden, infatti, ha affermato che ci potrebbe essere il ricorso al nucleare anche per disincentivare l’uso, da parte del nemico, di armi convenzionali, pertanto anche non nucleari.

Advertisement

Joe Biden fa tremare il mondo: l’annuncio del Presidente sul possibile ricorso ad armi nucleari

Joe Biden armi nucleari

Joe Biden, secondo quanto riportato dal Wall Street Journal, avrebbe circoscritto l’utilizzo di armi nucleari al caso in cui il nemico attacchi con armi biologiche, chimiche, convenzionali o sfruttando la rete (cyberattacchi), per cui si tratta di circostanze estreme”, anche perché tale strumento di distruzione non può certo essere utilizzato a cuor leggero, per le conseguenze disastrose che comporta.

L’Occidente é terrorizzato dalla minaccia nucleare ad opera della Russia, per cui si é avuto un incontro, con la partecipazione dello stesso Joe Biden  e dei rappresentanti dei Paesi della Nato e del G7, a Bruxelles per affrontare la spinosa questione della sicurezza internazionale, in relazione al conflitto russo-ucraino.

Advertisement

Anche durante la famosa Guerra Fredda, l’America ha voluto garantirsi la possibilità di utilizzare le armi nucleari, sempre in una posizione difensiva rispetto all’eventuale attacco sovietico. Si spera che, stavolta, i negoziati possano portare una soluzione pacifica del conflitto per il quale già molto sangue innocente é stato versato, senza compromettere la sopravvivenza dell’uomo per interessi egoistici.

Leggi anche: Nuove regole per Auto e moto e multe da 712 euro per i trasgressori: tutte le novità entrate in vigore a marzo

CONDIVIDI ☞