Nuove regole per Auto e moto e multe da 712 euro per i trasgressori: tutte le novità entrate in vigore a marzo

Advertisement

Auto moto sono soggette, a partire dal 21 marzo 2022, a nuove regole che, se non rispettate, comportano come conseguenza multe salate e, addirittura, il sequestro del veicolo. La Legge 238 del 23 dicembre 2021 ha introdotto alcune interessanti novità, modificando l’art 93 del Codice della strada. Le nuove regole non riguardano solo auto moto, ma anche rimorchi, aventi una precisa caratteristica. Vediamo di cosa si tratta, facendo riferimento al nuovo art 93 bis.

Rientrano nella nuova disposizione le auto, le moto ed i rimorchi immatricolati all’estero ma che circolino su territorio italiano. Essi dovranno essere prontamente iscritti al Pubblico Registro dei Veicoli Esteri (REVE), onde non incorrere in multe, a partire da 712 € fino a 3558 € e, nei casi limite, nel sequestro del veicolo, come prevede l’art 93 co. 7bis del Codice della strada.

Abbiamo, poi, un altro caso, rappresentato da automoto immatricolate all’estero che appartengano a lavoratori subordinati, alle dipendenze di un’azienda con sede in uno Stato al confine con il nostro Paese. In questo caso, come anche per i lavoratori che abbiano la sede della loro attività in un Paese limitrofo, si dovrà provvedere alla medesima registrazione, entro 60 giorni dalla data di acquisto dell’auto o della moto.

Advertisement

Auto e moto: nuove regole da osservare, ecco come procedere alla registrazione al REVE

Auto moto comportano l’obbligo, per i cittadini italiani o stranieri residenti in Italia, di iscrizione al REVE. L’auto o la moto che siano intestate a persone residenti in uno Stato estero per più di trenta giorni, anche se non continuativi, saranno soggette ad obbligo di registrazione. L’obbligo é previsto a carico dell’utilizzatore dell’auto o della moto, circostanza che può essere attestata mediante un documento che ne provi, ad esempio, il noleggio oppure il leasing.

Nuove regole per Auto e moto e multe

Come bisogna registrare un’auto o una moto al REVE? La registrazione avviene mediante lo sportello telematico degli automobilisti (Sta) oppure attraverso gli uffici Pra. Effettuata la registrazione, si potrà ottenere la targa estera, in modo tale che le auto o le moto siano identificabili. Inoltre, verrà rilasciato anche un QR code per poter verificare i dati registrati sul documento.

Advertisement

Le nuove regole prevedono multe salate come deterrente, dunque saranno sicuramente rispettate, sia per quanto riguarda le auto che le moto ed i rimorchi. Tuttavia, desta preoccupazione il fenomeno del sub-utilizzo di tali veicoli, ossia quando un’auto, sia pur immatricolata all’estero, venga ceduta a noleggio a residenti nel nostro Paese che, a loro volta, la cedano, sempre a noleggio senza conducente, a terzi. Tale ipotesi potrebbe comportare qualche problema di attuazione delle nuove regole.

Leggi anche: Putin, l’annuncio che suona come un ricatto: “Per il gas non accetteremo pagamenti in dollari o euro, ma solo rubli”: ecco perché

 

CONDIVIDI ☞