L’ex generale Pappalardo fuori di sé, minacce agli agenti del posto di blocco: “Vi faccio arrestare, questo è…”

Advertisement

L’ex generale Antonio Pappalardo ha fatto parlare di sé per uno spiacevole episodio registratosi nel corso di un normale posto di blocco: l’uomo non ha preso per niente bene il controllo scagliandosi in modo furioso contro le forze dell’ordine, che hanno subito minacce ed una veemente reazione. L’episodio documentato dalle immagini riprese dalle telecamere ha lasciato il segno per la reazione esagerata avuta dall’ex generale Pappalardo, che ha iniziato ad inveire senza riguardo contro gli agenti di polizia che hanno fermato la sua vettura nel corso di un normale posto di blocco, all’uscita del casello autostradale di San Cesareo, per effettuare controlli in occasione del raduno no-vax e Fronte Nazionale per la “liberazione del popolo”.

Dopo che il leader dei Gilet Arancioni è stato invitato dagli agenti ad accostare il suo mezzo al bordo della strada per effettuare un controllo di routine, è scoppiato un pandemonio. Le forze dell’ordine sono state destinatarie di una violenta reazione da parte di Antonio Pappalardo che ha perso la pazienza andando su tutte le furie. Inveendo contro gli agenti con fare minaccioso, l’ex generale si è lasciato andare ad insulti ed intimidazioni facendo appello al suo ruolo di ex onorevole della Repubblica.

L’ex generale Pappalardo inveisce contro gli agenti che lo fermano durante dei controlli ad un posto di blocco

Come testimoniato dalle immagini registrate, Pappalardo con un atteggiamento altezzoso ha rivendicato la sua autorevolezza minacciando gli agenti a suo dire non autorizzati a fermarlo durante un posto di blocco. “Io vi faccio arrestare tutti, è sequestro di persona” – queste le intimidazioni dell’ex generale, che poi è passato ai fatti chiedendo aiuto alle sue conoscenze: ha cercato infatti di mettersi in contatto con i suoi colleghi dell’Arma.

Advertisement

generale Pappalardo inveisce contro gli agenti

Leggi anche: Novità Bancomat, cambia tutto per gli italiani: le nuove regole per prelievi e pagamenti

La sua sfuriata, che è stata documentata, ha fatto notizia non solo per la veemenza ma anche per l’atteggiamento di superiorità del leader dei Gilet Arancioni che rivolgendosi con stizza agli agenti ha tuonato senza riguardo, addirittura al telefono ha sbottato: “Lei chi è? Faccio arrestare anche lei”, mentre parlava al telefono con il centralino del 112, oltre a lamentarsi furiosamente davanti alla presenza delle telecamere che hanno ripreso la sua protesta.

Advertisement

Leggi anche: Inps, pensioni a rischio: chi non comunicherà questi dati potrebbe perdere definitivamente l’assegno

CONDIVIDI ☞