Elena Del Pozzo, l’esito sconvolgente dell’autopsia: “Sul corpo della bimba la terribilmente verità di quello che è accaduto”

Advertisement

Un’atroce verità, ancora più sconvolgente dell’efferato omicidio della piccola Elena Del Pozzo, è trapelata dall’esito dell’autopsia, che si è svolta sul corpo della bimba uccisa dalla mamma Martina Patti. L’omicidio della piccola in provincia di Catania dopo essere stato scoperto sta facendo venire a galla tutti i punti oscuri. Inizialmente Martina Patti ha inventato la storia del rapimento della piccola, ad opera di tre uomini armati ed incappucciati, una tesi che sin da subito non ha convinto e così durante l’interrogatorio in Procura ha alla fine confessando l’omicidio.

Poi l’atroce scoperta: il corpo della piccola Elena è stato rinvenuto sul luogo in cui la donna ha condotto i carabinieri. Le indagini stanno adesso cercando di ricostruire come Elena Del Pozzo è stata uccisa e come sia stata in seguito sotterrata. La donna accusata dell’omicidio di sua figlia ha rivelato di aver fatto tutto da sola, raccontando come ha accoltellato la piccola proprio nel luogo in cui è stato rinvenuto il suo corpicino.

Elena Del Pozzo verità

Advertisement

Elena Del Pozzo, l’autopsia rivela un’atroce verità

Secondo le ricostruzioni degli inquirenti, Elena Del Pozzo sarebbe stata portata sul luogo con una scusa “fare una passeggiata per un gioco”, nel primo pomeriggio. Mamma e figlia si sono così dirette sul posto e la donna che aveva deliberatamente pensato all’omicidio aveva portato nel portabagagli dell’auto l’arma del delitto, una zappa e dei sacchi neri comprati qualche giorno prima l’efferato delitto. In seguito l’autopsia, che è stata svolta sul corpicino della bimba lo scorso 17 giugno, ha svelato che la piccola Elena è stata uccisa con più di 11 coltellate.

L’esame autoptico ha rivelato che i colpi inferti sul corpo di Elena Del Pozzo dalla madre sono compatibili con quelli di un’arma bianca, probabilmente un coltello da cucina che non è stato ancora ritrovato. La piccola prima di morire ha subito una coltellata dietro l’altra, fino a quando non ha ricevuto quella letale che ha reciso i vasi dell’arteria succlavia, che è quella principale posta nella zona del torace superiore. Una morte atroce resa ancora più crudele dall’agonia della piccola, la cui morte non è stata immediata.

In base a quanto hanno rivelato i primi esiti dell’autopsia resi noti da fonti della Procura di Catania: “Il decesso è intervenuto dopo più di un’ora dal pasto che la bimba aveva consumato a scuola intorno alle 13”. Ma le indagini proseguono anche perché manca ancora all’appello l’arma del delitto, presumibilmente un coltello da cucina con cui Martina Patti si è accanita sul corpo della figlia.

Advertisement

Leggi anche: Elena Del Pozzo, il biglietto di una mamma nel luogo dove è stato nascosto il corpo della bambina: “Anche tu sei stata…”

CONDIVIDI ☞