“Mai bere il caffè dopo aver mangiato carne o pesce”: la raccomandazione degli esperti per evitare rischi per la salute

Advertisement

Bere il caffè è un rituale per diverse culture, anche se diversi studi scientifici sono stati condotti negli anni per avvalorare le virtù della bevanda non sorvolando sulle sue possibili conseguenze negative, legate soprattutto ad un suo consumo smodato. Il rituale del caffè per alcune popolazioni si conferma ancora oggi un vero e proprio culto al quale è difficile rinunciare.

Seguendo le indicazioni degli esperti è opportuno però regolarsi non superando, in base alle proprie condizioni di salute, le 3-4 tazzine al giorno, in modo da non incorrere in eventuali problemi legati all’assunzione di un’eccessiva quota di caffeina e sostanze eccitanti. Ma la caffeina non deve essere considerata a priori una nemica giurata della nostra salute, in quanto questa sostanza si dimostra una preziosa alleata, fungendo da energizzante e stimolante.

Ecco perché si raccomanda di non bere il caffè dopo aver mangiato carne o pesce

Le raccomandazioni comunque devono essere sempre seguite, poiché se si eccede con le dosi di caffeina si rischia di andare incontro a delle problematiche anche serie, per tale ragione è opportuno non superare la dose giornaliera consigliata oltre che a tenere a mente altri consigli utili. Secondo quanto riferito dalle conclusioni di diverse indagini sperimentali, si consiglia di non bere il caffè dopo aver mangiato carne o pesce, in particolare i frutti di mare come anche gli alimenti che contengono una quota significativa di ferro.

Advertisement

Non bere caffè dopo mangiato

Leggi anche: Bere caffè fa bene o fa male? La spiegazione arriva dalla scienza che chiarisce tutto

Ma perché è bene seguire questo suggerimento? Ebbene si deve considerare che nel caffè si concentrano i tannini, delle sostanze polifenoliche che inibiscono l’assorbimento del ferro, un minerale centrale per l’organismo. Come conseguenza si può verificare una carenza del minerale in circolo, secondo le indicazioni mediche si devono assumere almeno 14 mg di ferro al giorno, in caso di carenza di ferro si può sviluppare un deficit che non solo è responsabile di anemia, ma anche di altre condizioni dannose, le quali se non trattate possono implicare delle conseguenze più gravi.

Advertisement

La raccomandazione è quella di non bere il caffè dopo aver mangiato carne, pesce ed altri alimenti contenenti un significativo apporto di ferro, per non ridurre la quantità del minerale assimilata dal corpo. Attenzione dunque a non ridurre le riserve di ferro attraverso una scorretta assunzione della bevanda tanto amata dagli italiani e non solo.

Leggi anche: Perché le donne con più di 60 anni devono sempre farsi una manicure? Gli esperti spiegano un importante segreto di bellezza

CONDIVIDI ☞