Omicidio Elena Del Pozzo. Le immagini della telecamera di sicurezza svelano tutto: “Adesso è chiaro”

Advertisement

Le indagini proseguono attorno al caso dell’omicidio Elena Del Pozzo, per ricostruire le dinamiche del delitto. Un recente video ripreso da una telecamera di sorveglianza ha documentato i movimenti di Martina Patti che dopo aver prelevato la figlia lo scorso 13 giugno dall’asilo, l’ha uccisa dopo aver pianificato il tutto.

La donna in carcere per l’omicidio che si è consumato a Tremestieri Etneo, in provincia di Catania, è stata incastrata dalle immagini del video mandato in onda nella puntata del 24 giugno da Quarto Grado. Nelle immagini registrate da una telecamera di sorveglianza è stata ripresa Martina Patti mentre va a prendere la figlia all’asilo, ed in seguito mentre la porta nelle campagne vicino a casa, proprio nel luogo dove è avvenuto il delitto della piccola.

Il video in questione, conferma che Martina Patti ha compiuto da sola e con freddezza l’omicidio della figlioletta come testimoniato dalle immagini che hanno ripreso la donna passare in auto prima con la piccola e poi da sola dopo aver compiuto il delitto.

Advertisement

Omicidio Elena Del Pozzo, le immagini della telecamera di sicurezza inchiodano Martina Patti

Le immagini mostrano dapprima la donna passare in auto con la piccola Elena Del Pozzo dopo averla prelevata dall’asilo, in seguito la macchina della donna è stata ripresa 24 minuti dopo e dentro sono visibili lei al volante e la piccola seduta nel sedile posteriore. Dopo un’ora e nove minuti, Martina Patti è ripassata con la sua auto, ma non vi è nessuna traccia della presenza della figlia, mentre si vede che lei rovista nel cruscotto.

La madre inchiodata

Leggi anche: Omicidio Elena Del Pozzo, appello choc per la mamma della bambina: “Non fatele questo”. Folla inferocita: “Vergogna”

Advertisement

Il video incastra definitivamente la donna che è stata individuata come la sola responsabile dell’omicidio Elena Del Pozzo, da lei confessato dopo la prima versione data ai carabinieri per sviare le indagini. Infatti la donna dopo la tesi del rapimento della figlia ad opera di tre uomini incappucciati ed armati, è crollata ammettendo di aver portato la piccola in campagna: “Le ho fatto del male e non ricordo altro” – queste le dichiarazioni della madre della piccola Elena. Ancora non è stata ritrovata l’arma con cui la Patti ha ucciso la figlia, e che lei stessa ha descritto come “una cosa lunga tipo un coltello” per poi dichiarare di non ricordare dove l’ha presa né rivelare dove l’ha abbandonata.

madre inchiodata

I nuovi risvolti sul l’omicidio Elena Del Pozzo, confermano che la mamma della piccola ha portato a termine l’orrendo crimine da sola, colpendo la bimba a morte infierendo sul suo corpo con più di 11 coltellate, un delitto che si sarebbe consumato nel luogo dove la piccola è stata seppellita. Martina Patti si trova in attesa di processo detenuta in carcere, con l’accusa di omicidio premeditato aggravato ed occultamento di cadavere.

 

Leggi anche: Morte della piccola Vittoria Scarpa, la terribile confessione del vicino di casa: “Ecco cosa sta succedendo lì dentro”

CONDIVIDI ☞