Multe salate per chi porta fuori il cane senza bottiglietta d’acqua: “Ecco cosa si rischia”

Advertisement

Un sindaco lombardo ha previsto multe per chi porta il cane a passeggio senza bottiglietta d’acqua ed il necessario per la raccolta dei bisogni dei propri amici a quattro zampe. Un provvedimento che ha fatto notizia dopo che si è diffuso quanto sancito nella cittadina di Seregno, nella provincia di Monza e della Brianza. Qui il primo cittadino ha emanato un’ordinanza relativa alla frequentazione dell’area del centro storico, prevedendo in caso di trasgressioni delle sanzioni. Per mantenere le strade della cittadina nella provincia di Monza e della Brianza pulite, il sindaco ha deciso di usare il pugno duro per esortare i concittadini a non lasciare in giro le deiezioni dei loro cani.

Il sindaco Alberto Rossi dopo aver raccolto un gran numero di lamentele e segnalazioni da parte della popolazione di Seregno, ha provveduto a passare dall’ammonizione formale alla minaccia delle multe, firmando un’ordinanza in cui si segnala una maggiore cura verso i cani da parte dei proprietari. In base all’ordinanza numero 184 dal titolo “Obblighi di comportamento a carico di proprietari e conduttori di cani nel centro storico cittadino” si fa presente non solo di raccogliere le deiezioni canine, ma anche di portare con sé, quando si esce con i propri amici a quattro zampe, l’occorrente per la pulizia dei loro bisogni: sacchetti, palette, bottigliette d’acqua.

Multe salate per chi porta fuori il cane senza bottiglietta d’acqua

Per mantenere il centro storico cittadino pulito, sono previsti controlli da parte delle forze di polizia per vigilare che vengano rispettate le voci dell’ordinanza relative alla raccolta delle deiezioni solide ed al lavaggio di quelle liquide. In caso di trasgressioni, il soggetto verrà sanzionato e le multe previste sono alquanto salate: 50 euro.

Advertisement

cane passeggio senza bottiglietta acqua

L’obiettivo dell’ordinanza comunale emessa nella cittadina lombarda mira a contrastare il degrado con lo scopo di tutelare l’igiene e il decoro delle vie cittadine, soprattutto del centro storico. In via sperimentale l’ordinanza è stata introdotta solo in alcune aree cittadine, ma il sindaco ha fatto sapere che potrebbe essere estesa a tutto il territorio, questo perché l’amministrazione comunale vuole puntare ad un obiettivo più grande. Si prevede l’approvazione da parte del Consiglio Comunale della proposta di Regolamento di Polizia Urbana.

Nello spiegare un simile provvedimento, il sindaco Alberto Rossi ha dichiarato: “Questa ordinanza non vuole avere intenti punitivi, ma solo proporsi come segnale forte verso un malcostume purtroppo molto diffuso tra i proprietari di cani che non adottano quei comportamenti minimi richiesti dalla buona educazione prima ancora che da leggi e regolamenti. Con l’ordinanza, quindi, ci proponiamo di confermare la nostra attenzione verso il decoro dei nostri spazi urbani”.

Advertisement

Leggi anche: Pensioni 2022. In arrivo il maxi assegno: quando verrà erogato e chi ne ha diritto

CONDIVIDI ☞