Green Pass, l’annuncio choc del Consiglio d’Europa: “Contrario alla scienza. Utilizzato per punire i …”

Advertisement

Con tono di condanna il Consiglio d’Europa ha bocciato il Green Pass ritenendolo non solo un atto discriminatorio ma anche come una disposizione che contraddice la stessa scienza. La certificazione verde, che ha reso in sostanza obbligatoria la vaccinazione in diversi Paesi del vecchio Continente, è stata messa sotto accusata dall’assemblea parlamentare europea con la stesura di un report datato gennaio 2022. Infatti tra le righe della requisitoria si legge apertamente che il ricorso al Green Pass è una misura punitiva nei confronti non vaccinati, una prassi contraria all’etica e non solo.

Infatti da quanto riportato nelle pagine del report, lo stesso concetto di Green Pass è contrario alla scienza perché non è confermato da dati che comprovano in pieno la stessa efficacia dei vaccini anti Covid nei confronti della contagiosità e della durata della copertura immunitaria.

Il Consiglio d’Europa boccia il Green Pass

Di fatto mancano delle concrete evidenze empiriche che garantiscono che la vaccinazione inibisca in modo soddisfacente la potenzialità del contagio, in quanto i vaccini anti Covid sottoposti al via libera da parte dell’Ema anche se efficaci nel prevenire decorsi gravi della malattia virale, non dimostrano di essere in grado di interrompere in modo significativo la diffusione dell’agente virale e quindi la catena dei contagi.

Advertisement

Green Pass Europa

Leggi anche: Matteo Bassetti, l’annuncio choc per i no-vax: “Ecco cosa ne sarà del Green pass a Marzo”

Inoltre nel dossier si sostiene che la certificazione verde minaccia “il mutuo riconoscimento tra i Paesi dell’Ue delle certificazioni vaccinali” contraddicendo le stesse norme comunitarie. Per questa serie di motivi l’assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa ha pubblicamente invitato gli Stati del vecchio Continente a tenere conto del fatto che nessuno deve farsi vaccinare se non lo vuole farlo, così da evitare che un cittadino venga discriminato dalla società perché non vaccinato. La votazione del Consiglio d’Europa ha quindi bocciato questa serie di disposizioni che i Governi europei hanno varato per contenere i contagi anche se si tratta di un voto non vincolante.

Advertisement

Leggi anche: Multe per i No-Vax: quando arrivano, chi è esente e chi dovrà pagarle: tutto quello che c’è da sapere

CONDIVIDI ☞