Come bere di più acqua nell’arco della giornata con dei semplici trucchi con cui contrastare la disidratazione

Advertisement

L’acqua è una risorsa fondamentale per la nostra salute dal momento che permette a tutto l’organismo di svolgere i normali i processi metabolici, e per evitare conseguenze si dovrebbe bere di più acqua per scongiurare scompensi dovuti alla disidratazione.

In base allo stile di vita di ogni soggetto il suo fabbisogno idrico è variabile: un individuo sempre in movimento avrà bisogno di reintegrare più liquidi rispetto a chi ha uno stile di vita sedentario. Inoltre nell’acqua si concentrano diversi minerali preziosi per il corpo quali: sodio, potassio, calcio, cloruro, fosfato, magnesio, bicarbonato.

Leggi anche: La casa dei sogni degli italiani dopo la pandemia: il Covid-19 ha rivoluzionato le nostre esigenze abitative

Advertisement

Nel caso in cui si perdono più liquidi rispetto a quelli assunti si va incontro al rischio disidratazione e se la condizione diventa persistente si può sviluppare uno stato cronico di semi-disidratazione, che ha un impatto negativo sul benessere generale. Per questo è opportuno idratarsi regolarmente, e se necessario introdurre più liquidi quando fa caldo, dopo uno sforzo fisico oppure un allenamento. In alcune circostanze infatti il fabbisogno d’acqua può aumentare notevolmente, per questo si deve avere cura di reintegrare i minerali persi con la sudorazione cercando di bere di più acqua.

contrastare la disidratazione

Molte persone però si ritrovano ad avere delle difficoltà ad idratarsi in modo corretto, per questo sono particolarmente utili dei semplici trucchi che aiutano a portare a termine quest’azione quotidiana. È bene tenere a mente di bere in base alle proprie esigenze, che dipendono da alcuni parametri personali (età, peso, stato di salute). L’assunzione può essere facilmente stabilita tenendo conto di questi parametri ed adoperando degli specifici strumenti di calcolo.

Advertisement

Alcuni semplici trucchi per bere di più acqua nell’arco della giornata

  • Bere a poco a poco: un sorso di acqua ogni 15 minuti

Bere 2-3 bicchieri di acqua uno dietro l’altro non è la soluzione ideale perché potrebbe causare uno scompenso non da poco, visto che questa azione è sconveniente per i reni chiamati a svolgere un lavoro straordinario. Invece si suggerisce come strategia quella di bere un sorso ogni 15 minuti, un metodo efficace per mantenere il corso sempre idratato e regolare i processi metabolici.

  • Tenere ben in vista una bottiglia di acqua

Per ricordarsi di bere, e stimolare la sete, è opportuno portarsi sempre dietro fuori casa una bottiglietta di acqua, poi sul posto di lavoro ed a casa si consiglia di metterla bene in vista per tenere a mente la necessità di idratarsi.

  • Consumare nella propria dieta quotidiana alimenti ricchi di acqua

Non devono mancare a tavola frutta e verdura in quanto preziose fonti di acqua che permettono di aumentarne l’assunzione giornaliera.

  • Durante e dopo l’allenamento è bene idratarsi regolarmente

In caso di allenamento o sforzo fisico che fa perdere molta acqua è necessario reintegrare i liquidi persi in modo graduale, evitando di introdurre una grande quantità di acqua in una sola volta.

  • Le alternative all’acqua

Chi non riesce a mandar giù l’acqua per la sua mancanza di sapore può optare per le acque aromatizzate con frutta e verdura, per un maggiore booster di minerali a cui si aggiungono delle vantaggiose vitamine. Un’altra alternativa consigliata è l’acqua frizzante che sfrutta l’azione dell’acido carbonico delle bollicine per promuovere un’azione dissetante e rinfrescante

  • Le app possono dare una mano

Per bere di più acqua si può contare sull’ausilio di alcune applicazioni che consigliamo come incrementare il consumo giornaliero ma aiutano anche a ricordare di bere, si tratta di app quali: Plant Nanny, WaterMinder, iDrated facili da installare sul proprio smartphone.

CONDIVIDI ☞