Codice della Strada 2022: massima attenzione alle nuove regole che in pochi conoscono

Advertisement

Il Codice della Strada sembra non voler fare sconti ai comportamenti incivili, a partire dal 1 gennaio. Le sanzioni, infatti, sono state inasprite, come si può leggere nella Gazzetta Ufficiale del 9 novembre 2021. Chi va a colpire il Codice della Strada? Con multe che vanno da un minimo di 52 euro (non più 26), fino ad un massimo di 204 euro (in origine 52) le nuove disposizioni sanzionano colui che, noncurante dell’ambiente, getti dal finestrino di un autoveicolo oggetti o mozziconi di sigaretta.

Ma non è tutto, perchè chi verrá sorpreso nell’atto di sporcare le strade, sarà soggetto ad una multa che va da un minimo di 216 ad un massimo di 866 euro. Dunque, si tratta di multe davvero salate, atte a garantire un maggior rispetto per l’ambiente, fungendo da deterrente per ipotetici trasgressori.

Un’altra importante disposizione tutela i disabili nel momento in cui vengano ”depredati” dei posti loro assegnati. Non a caso, spesso, nelle città si assiste all’occupazione abusiva di parcheggi destinati ai disabili, un’insana prassi che il Codice della Strada ha voluto sradicare. Si prevede, infatti, che chi lasci l’auto in sosta senza contrassegno sia sottoposto ad una multa che va da 168 a 672 euro in aggiunta alla cancellazione di quattro punti dalla patente.

Advertisement

Codice della Strada norme

Codice della Strada: è lotta aperta agli incivili grazie alle nuove disposizioni

Il Codice della Strada, inoltre, sempre a favore dei disabili, ha previsto che, nel caso in cui questi trovino il loro posto occupato, possano parcheggiare gratuitamente sulle strisce blu. Inoltre, è previsto che il conducente debba dare la precedenza sia ai pedoni in fase di attraversamento, cioè che l’abbiano giá iniziato, sia che si accingano ad attraversare. Severitá anche nei confronti dei ”distratti” alla guida perchè intenti a guardare dispositivi elettronici come cellulari e tablet.

La guida di un autoveicolo è un momento particolarmente importante durante il quale un conducente non dovrebbe assolutamente distrarsi. Questa è la ratio delle nuove disposizioni, diretta ad evitare il proliferare di incidenti da distrazione alla guida. 

Advertisement

Inoltre il Codice della Strada ha introdotto tre nuovi divieti di sosta, per preservare spazi riservati a donne gravide, scuolabus, automobili elettriche e genitori con figli di etá non superiore ai due anni, a riprova della volontá di proteggere determinate categorie più ”fragili”. Anche in tal caso sono previste delle multe che vanno da 25 a 100 euro, per le due ruote, e da 42 a 173 euro per gli altri veicoli. Ancora una volta si sceglie la strada della severitá in un ambito in cui non si vuole più tollerare incidenti o morti sulla strada.

CONDIVIDI ☞